+
0
 
Il tuo carrello è vuoto
    

TOUR FRANCIA - BELGIO - GERMANIA

TOURS EUROPA

 
 
100
€ 2.260,00
€ 2.360,00
Arrivo: PARIGI      
Trattamento: TOUR +PERNOTTAMENTO IN CAMERA DOPPIA      
Periodo: dal 07/07/2019 al 31/07/2020      
Notti: 8 GIORNI / 7 NOTTI      
Durata: 8 GIORNI / 7 NOTTI      
Aeroporto: PALERMO , CATANIA , ROMA , FIRENZE , BOLOGNA , MILANO      
: 20/07/2020      
Indirizzo: VIA TRENTACOSTE DOMENICO 44 - PALERMO      
Località: 90143 PARIGI , BEAUVAIS , AMIENS , TOURNAI , BRUXELLES , BRUGES , GENT , ANVERSA , LOVANIO , LIEGI , AQUISGRANA , COLONIA E FRANCOFORTE .      
Tel.: +39. 091.2513500      
Mobile: +39. 3887960567      
Email: info@digitaltravelagency.it - postmaster@digitaltravelagency      
Web: www.digitaltravelagency.it - www.digitaltravelagency.eu       
Descrizione
 
Gallery
 
;
Listini
 
u
Mappa
 
Video
 
Guestbook
 
Contatti
 

VISITA IL CUORE DEL VECCHIO CONTINENTE SEGUENDO LE ORME DEL PRIMO IMPERATORE CAROLINGIO

Carlo Magno è uno di quei personaggi essenziali senza i quali la storia dell'Europa occidentale e del mondo, in generale certamente sarebbe stata molto diversa. All'altezza dei grandi conquistatori come Giulio Cesare o Alessandro Magno, Carlo I "il Grande" è passato agli annali come il primo grande padre dell'Europa, dopo aver riunito sotto il suo regno una buona parte delle terre che oggi compongono la regione occidentale del Vecchio Continente. Ad eccezione, questo sì, le isole britanniche, la penisola iberica a sud dell'Ebro e la penisola italiana oltre Roma. Incoronato imperatore nell'anno 800 dal papa Leone III nella "Città Eterna", Carolus Magnus non solo unificò più di mezza Europa in un immenso stato battezzato come il Sacro Romano Impero Germanico, ma diede ai paesi dell'Europa occidentale una coesione interna e un'identità condivisa che si mantiene tuttora. Grazie alla nostra "Strada di Carlo Magno", puoi visitare per conto proprio e al volante con un'auto a noleggio molte delle terre che un tempo appartenevano ai domini di questo gigante della storia, e che oggi costituiscono alcuni dei paesi più moderni e avanzati del pianeta. Questa magnifico Itinerario ti farà percorrere la Francia, il Belgio e la Germania affinché tu possa seguire le orme di Carlo Magno nelle sue eterne guerre di conquista e conversione al cristianesimo dei popoli pagani dell'Europa centrale. Goditi le soste lungo la strada come Parigi, la "Città della Luce", Bruxelles, Anversa, Colonia o Francoforte, tutte città vivaci e cosmopolite che hanno anche bellissimi monumenti che risalgono all'epoca degli imperatori germanici. Da visitare è anche la città francese di Liegi, dove si pensa che nacque Carlo Magno, e l'Aquisgrana tedesca, dove visse e morì nell'814 e nella cui cattedrale gotica venne sepolto, l'apice dell'arte carolingia costruita dallo stesso Carlo Magno alla fine dell'VIII secolo. Sentiti libero di riprendere le forze durante il percorso nei tradizionali caffè francesi, nelle cioccolaterie del Belgio o nelle taverne tedesche perché la "Strada di Carlo Magno" non è solo storia e arte, ma è anche deliziosa gastronomia e meravigliosi ambienti naturali degni della migliore cartolina.

SERVIZI INCLUSI NEL VIAGGIO

  • Volo di andata e ritorno.
  • Soggiorno nell'hotel scelto a Parigi.
  • Trattamento scelto a Parigi.
  • Soggiorno nell'hotel scelto a Bruxelles.
  • Trattamento scelto a Bruxelles.
  • Soggiorno nell'hotel scelto a Colonia.
  • Trattamento scelto a Colonia.
  • Soggiorno nell'hotel scelto a Francoforte.
  • Trattamento scelto a Francoforte.
  • Auto a noleggio.
  • Assicurazione viaggio.

SERVIZI NON INCLUSI

  • Tasse di soggiorno a Francia pagamento diretto in hotel.
  • Tasse di soggiorno a Belgio pagamento diretto in hotel.
  • Tasse di soggiorno a Colonia pagamento diretto in hotel.
  • Tasse di soggiorno a Francoforte pagamento diretto in hotel.
  • Probabile pagamento di un pedaggio.
Condividilo
Scarica PDF

Itinerario Completo

Mappa
Mappa

Giorno 1: Città di partenza - Parigi

Partenza del volo dalla città di origine fino a Parigi e noleggio dell'automobile. Qui inizia la tua avventura seguendo le orme di uno dei personaggi più importanti della storia del Vecchio Continente, l'imperatore Carlo Magno (o Carolus Magnus), battezzato come "il padre dell'Europa". Non a caso, durante il suo regno riuscì a riunire sotto il suo mandato gran parte delle terre che oggi costituiscono paesi come la Germania, il Belgio, i Paesi Bassi, il Lussemburgo e la Francia, così come l'Italia settentrionale e la Spagna, gettando le basi politiche e geografiche dell'attuale Europa occidentale. Questa favolosa "Strada di Carlo Magno" ti porterà attraverso alcuni dei luoghi dell'Europa centrale più importanti nella biografia di questo straordinario re medievale, che resuscitò anche lo splendore culturale ereditato dall'Impero romano. La prima tappa del viaggio si svolge a Parigi, la capitale francese. Divenuta una delle mete più visitate al mondo, la "Ville Lumière", ovvero la "Città della Luce", è in grado di sorprendere anche il viaggiatore più esperto. Sede di numerose esposizioni universali e considerata uno degli epicentri mondiali dell'arte, del design e del buon gusto, la città francese offre al viaggiatore una magica atmosfera. Lasciati sedurre dallo spirito "bon vivant" e godi dei semplici piaceri della vita, seduto al tavolo di una delle sue affascinanti caffetterie, dei suoi tipici bistrot o dei suoi eleganti ristoranti di fama internazionale... Parigi offre moltissimo. Con ben 137 musei, 8.000 caffetterie dotate di terrazza e 300 chilometri di catacombe, la città sorprende i viaggiatori con un ampio programma culturale e una miriade di attività per il tempo libero, adatte a tutti i gusti e a tutte le tasche. Sali sulla Torre Eiffel e tocca il cielo con le dita! E, al calar della notte, scopri perché la capitale francese è conosciuta in tutto il mondo come la "Città dell'Amore". Pernottamento a Parigi.

Giorno 2: Parigi

Nella mattinata, entra in una delle sue eleganti caffetterie meravigliosamente arredate e senti quel profumo tipico del caffè appena macinato, accompagnato da deliziosi croissant e baguette fresche. Avrai un giorno intero a disposizione per esplorare la splendida città di Parigi e i suoi dintorni. La capitale francese è la patria di centinaia di angoli ricchi di storia e leggende che meritano di essere scoperte senza fretta. Qui, potrai visitare affascinanti musei come il Louvre, l'Orsay e il Pompidou; quartieri come Montmartre, dove è possibile farsi fare un ritratto nella creativa piazza del Tertre; templi di straordinaria bellezza come la Cattedrale di Notre Dame, Sainte Chapelle o la Basilica Reale di Saint Denis; parchi urbani, come il Bois de Vincennes (ovvero, il bosco di Vincennes) o il Giardino delle Tuileries; e, ancora, tesori nascosti come le catacombe e i cimiteri tra cui il Père-Lachaise, dove riposano da secoli personaggi storici come Molière, Chopin o Balzac. Ti consigliamo di avvinarti a Versailles e scoprire il suo grandioso Palazzo, dove potrai sognare di essere un uomo di corte nel regno di Maria Antonietta. Per andare a cena e bere qualcosa, Parigi offre opzioni per tutti i gusti e le età: i moderni e variegati bar del quartiere di Saint Germain; l'atmosfera chic e le discoteche alla moda del Marais e della Bastiglia; i locali rock and roll e techno dei Grands Boulevards, con musica dal vivo e DJ di fama internazionale; e la vivace vita del Quartier Latin, il Quartiere Latino della capitale gallica. Pernottamento a Parigi.

Giorno 3: Parigi - Beauvais - Amiens - Tournai - Bruxelles

È opportuno iniziare in un'ora prudente, dal momento che l'Itinerario prevede di andare in Belgio, uno dei paesi chiave per comprendere la biografia di Carlo Magno. Prendi l'autostrada A16 in direzione nord e fai una sosta nella bellissima città francese di Beauvais, situata a circa 100 chilometri da Parigi. Il suo simbolo più importante è senza dubbio l'impareggiabile cattedrale di San Pedro, costruita proprio su un tempio carolingio del IX secolo. Nonostante sia incompleta, rappresenta una delle realizzazioni più audaci dell'architettura gotica europea, combinando elementi di stile gotico pieno, gotico radioso e gotico fiammeggiante. Semplicemente spettacolare. Non meno attraente è la cattedrale di Notre-Dame de Amiens, situata a circa 60 chilometri a nord di Beauvais, un'altra visita imprescindibile sulla tua strada per il Belgio. La costruzione di questa imponente cattedrale durò dal 1220 al 1288 ed è considerata l'apice della costruzione di cattedrali del periodo gotico classico. Conosciuta come la "Bibbia di Amiens", la favolosa iconografia della sua facciata riproduce buona parte gli episodi dell'Antico e del Nuovo Testamento. Fu quindi progettata con l'intenzione di promuovere l'insegnamento della religione al popolo cristiano e costituisce un autentico libro in pietra. Una volta che sei pronto, continua verso nord sulla A1 fino a raggiungere la A27, che porta direttamente fino al confine del Belgio. Ricorda che questo paese è all'interno dell'Area Schengen, quindi non viene effettuato alcun controllo doganale. Una volta in Belgio, dirigiti verso la città di Tournai, che si trova a circa 150 chilometri dalla città francese di Amiens. Cogli l'occasione per sgranchirti le gambe mentre fai una passeggiata per il centro storico di Tournai, una delle città più antiche del Belgio. Importante centro economico e culturale della contea delle Fiandre durante il Medioevo, è imprescindibile visitare la sua impressionante cattedrale di Notre-Dame. Costruita nella prima metà del XII secolo, in pieno apogeo dello stile romanico, è un monumento molto rappresentativo degli inizi dell'arte gotica. È anche famoso per le sue straordinarie dimensioni, i suoi cinque campanili e il suo prezioso tesoro della cattedrale. Insieme al campanile civico di Tournai, il più antico del paese belga, è stato inserito nella lista dei Patrimonio Mondiale dell'UNESCO dal 2000. Resta solo da raggiungere Bruxelles, la capitale della nazione belga e dove pernotterai. Per raggiungere la principale sede amministrativa dell'Unione Europea devi percorrere circa 100 chilometri verso est che la separano da Tournai. Bruxelles unisce antichità e modernità. La sua popolazione è probabilmente la più varia in Europa e la città è considerata, sebbene in maniera non ufficiale, la capitale del continente essendo sede del Consiglio europeo, della Commissione europea, del Consiglio dell'Unione europea e del Parlamento europeo. Questi edifici sono raggruppati in quello che è noto come quartiere europeo, con il piazza di Robert Schuman in omaggio al ministro francese che fu il "Padre dell'Europa". La città ospita anche la sede del Comitato economico e sociale europeo e del Comitato delle regioni. L'Atomium è una scultura imponente che rende Bruxelles all'avanguardia. Tale struttura, che fu progettata dall'architetto André Waterkeyn e André & Jean Polak in occasione dell'Esposizione Universale del 1958, rappresenta una molecola di ferro di 9 atomi di 18 metri di diametro, uniti tra loro da tubi con scale mobili e ha un'altezza di oltre 100 metri. Al suo interno ospita un museo e offre una delle migliori viste panoramiche della città. Un ottimo posto per mangiare è il ristorante situato nella parte alta della città. Un altro grande simbolo di Bruxelles è il Manneken Pis, una piccola statua in bronzo, scolpita da Jerome Duquesnoy nel 1619, che raffigura un bambino che urina in una fontana. Ascolta le varie leggende che circondano questa figura, copia dell'originale, rubata e recuperata diverse volte e che attualmente si trova nel Museo della Città. Si trova molto vicino alla Grand Place, un luogo assolutamente da visitare. La Grand Place di Bruxelles è una piazza meravigliosa, dichiarata Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO nel 1998. Si compone di edifici di stile gotico e barocco che all'epoca ospitavano la Camera del Commercio, il Municipio, in stile gotico, e la residenza del Re. Ogni due anni, nel mese di agosto, la piazza viene adornata con un tappeto di begonie naturali, di 1.800 metri quadrati. Attorno alla piazza vi sono strade punteggiate di negozi e ristoranti e la vita notturna si risveglia al tramonto. Nei dintorni ci sono edifici da non perdere: la Cattedrale di San Michele e di Santa Gudula, in stile gotico; la Bolurse; il Palazzo di Giustizia, in stile neo-barocco, costruito durante il regno di Leopoldo II e per decenni il più grande edificio del mondo; le case in stile art nouveau, opera dell'architetto Víctor Horta e il Palazzo Reale. È anche la sede ufficiale della monarchia belga, sebbene i membri della famiglia reale vivono nel Castello di Laeken. Durane i mesi estivi è aperta al pubblico. Molto interessante è anche il quartiere di Sablon, con la chiesa di Notre Dame du Sablon, un'incantevole chiesa gotica di piccole dimensioni. Durante il fine settimana vi è un mercato di antiquariato che ti consigliamo di visitare. Puoi cenare vicino alla Grand Place, dove ci sono molti ristoranti che offrono piatti deliziosi. E non perderti assolutamente il famoso cioccolato belga. Diversi marchi di fama internazionale hanno il proprio negozio nella zona. Qui puoi trovare senza dubbio i migliori souvenir. Pernottamento a Bruxelles.

Giorno 4: Bruxelles - Bruges - Gand - Bruxelles

Fai colazione in uno degli angoli magici della cosmopolita Bruxelles. Approfitta, perché no, di un altro trattamento immerso nel cioccolato, e prosegui il viaggio verso la città di Bruges, a un'ora da Bruxelles. Bruges è la città più turistica del Belgio, dichiarata Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO nel 2000. L'ora del tramonto è magica qui: sembra un posto di un racconto di fate. È una delle città medievali meglio conservate al mondo, fondata nell'XI secolo attorno a una fortezza del IX secolo. È stata un importante centro commerciale del nord Europa fino al XV secolo. Passeggia per le sue strade lastricate di ciottoli e accompagnate da canali, con case ai loro piedi, che le hanno fatto guadagnare il confronto con Venezia. Segui la strada per la città di Gand, che si trova a 20 minuti in auto. Questa città industriale dal diciannovesimo secolo è prospera e viva, a cui contribuisce il fatto che il 20% della sua popolazione è composta da studenti. Ma è famosa, principalmente, in quanto città natale di Carlo V, la cui storia narra abbia dato vita a Giovanna La Pazza in un bagno durante una festa al Palazzo Prinsenhof. Gand vanta un'attenta rete di canali e un bellissimo centro urbano medievale. Non perderti la Cattedrale di San Bavone (St-Baafskathedraal), patrono della città, e il suo pulpito barocco del XVIII secolo, oltre che i suoi quadri, con ‘Il Polittico dell'Agnello Mistico’, dipinto dai fratelli Van Eyck nel 1432, come gioiello rinomato. L'opera, composta da 12 pannelli, si trova in uno straordinario stato di conservazione ed è stata rubata in sei occasioni. (Nota. L'ingresso alla Cattedrale è gratuito, mentre accedere per ammirare il dipinto ha un costo di 4€). Un altro edificio religioso di interesse è la chiesa di San Nicola e, a fianco, la Korenmarkt, la piazza più animata. Avvicinati al Municipio, edificio di grande bellezza, e visita il campanile Belfort, di 95 metri, costruito nel XIV secolo. Le vedute da qui sono spettacolari. Naturalmente, visita il Castello di Gand (Gravensteen), antica residenza dei conti delle Fiandre, utilizzato fino al XIV secolo come fortezza difensiva e fino al XVII secolo come prigione. Come altri, ha un museo di strumenti di tortura che riflette la crudeltà delle istituzioni nell'imporre le punizioni. Durante la passeggiata a Gand, approfitta per fare una foto al ponte di San Michele. Rientro e pernottamento a Bruxelles. La gastronomia è un'altra delle attrazione della città. Basta vedere il numero di ristoranti con stelle Michelin che si trovano qui, come il "Den Gouden Harynck", il "Sans cravate" e il "De Jonkman", tra gli altri. Continua l'Itinerario verso la città di Gand, che si trova a 50 chilometri a sudest lungo strada E40. Fin dal XIX secolo, questa città industriale è fiorente e viva, e questo è sicuramente dovuto al fatto che il 20% della popolazione è rappresentata da studenti. Tuttavia, è famosa soprattutto per essere la città natale di Carlo V. La storia narra che Giovanna la Pazza lo partorì in un bagno durante una festa al Palazzo Prinsenhof. Gand ha una rete di canali ben curata e un incantevole centro urbano medievale. Da non perdere la Cattedrale di San Bavo (St-Baafskathedraal), patrono della città, e il suo pulpito barocco del XVIII secolo, oltre ai dipinti tra cui va menzionata assolutamente "L'Adorazione dell'Agnello Mistico", opera realizzata dai fratelli Van Eyck nel 1432. L'opera, composta da 12 pale d'altare, è in ottime condizioni ed è stata rubata ben sei volte. L'ingresso alla cattedrale è gratuito, ma se si vuole accedere per contemplare il dipinto si dovrà pagare 4€. Un altro edificio religioso molto interessante da visitare è la Chiesa di San Nicola e, accanto a essa, la Korenmarkt, la piazza più vivace della città. Vai fino al Municipio, edificio molto bello, e visita il campanile di Belfort, di 95 metri, costruito nel XIV secolo. Da qui, il panorama è spettacolare. Naturalmente, ti consigliamo di visitare il Castello di Gand (Gravensteen), antica residenza dei Conti di Fiandra, che fu utilizzato come fortezza difensiva fino al XIV secolo e come prigione fino al XVII secolo. Come altri castelli, anche questo ospita al suo interno un museo di strumenti di tortura che riflettono la crudeltà delle istituzioni nell'imporre le punizioni. Durante la passeggiata per Gand cogli l'occasione per scattare una foto al ponte di San Michele. Puoi degustare un buon pasto in ristoranti come il "Belga Queen", con grandi vedute e decorazioni, o il "De Superette", che offrono piatti tipici locali, come le crocchette di gamberetti e il waterzooi. Prima di andare via, prova una birra belga nel bar più piccolo della città: il "Café ‘t Galgenhuisje". Non puoi nemmeno andartene dalla città senza aver provato i nasi di Gand, il dolce tipico. Rientro e pernottamento a Bruxelles.

Giorno 5: Bruxelles - Anversa - Lovanio - Liegi - Bruxelles

Oggi è il momento di esplorare le regioni settentrionali e orientali del Belgio. Dirigiti a nord verso la città di Anversa, la tua prima tappa della giornata, che si trova a 55 chilometri da Bruxelles. Importante centro culturale di inizio XVII secolo, Anversa è stata sempre una delle città commerciali più importanti del nord Europa. Il suo porto è strategico, grazie al fiume Schelda (Schelde). Visita la Grote Markt, circondata da begli edifici rinascimentali, con il Municipio e come rinomato richiamo e la Fontana di Brabo, che omaggia la nascita del nome della città. Non puoi perderti la Cattedrale gotica, il principale tempio religioso del Belgio, costruita tra il XIV e il XVI secolo, che custodisce diversi quadri di Rubens, artista locale del barocco. Un altro punto di indubbio interesse è il Castello di Anversa, ribattezzato da Carlo V come Het Steen (La Rocca). Se ti piace la cultura, ti consigliamo quattro musei: quello di Rubens, casa e studio degli ultimi 29 anni di vita del famosissimo pittore barocco, costruita nel XVII secolo, quello delle Belle Arti, in un edificio neoclassico del XIX secolo, quello dei Diamanti, dedicato a queste pietre preziose, e il Plantin-Moretus, che rende onore ai tipografi che gli danno il nome, dichiarato Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO. Una volta che sei pronto, visita la città di Lovanio, nella cui università insegnò Erasmo de Rotterdam. Si trova a circa 65 chilometri da Anversa sulla strada E19 in direzione sud. Nella famosa piazza Grote Markt, puoi visitare l'imponente edificio del Municipio, in stile gotico, costruito a metà del XV secolo. Ti sorprenderà scoprire come nella facciata ci siano 236 nicchie, collocate nelle finestre e nelle tre torri. Nella stessa piazza, si trova la chiesa di San Pietro, anch'essa gotica e del XV secolo. Richiamerà la tua attenzione non solo per la sua architettura, ma anche per le opere d'arte che ospita. Questa chiesa è speciale anche per un altro motivo: è una chiesa magistrale, titolo che condividono solo due nel mondo. L'altra è quella di Giusto e Pastore ad Alcalá de Henares, in Spagna. Il significato di questa distinzione è che in questa chiesa tutti i suoi canonici dovevano avere un dottorato in teologia (magister, dal latino, maestro). Questa è anche la chiesa dell'Università Cattolica di Lovanio, dove il suo gruppo rettorale e i professori si occupano di fare offerte alla Vergine. Nella Grote Markt si trova un terzo punto di interesse: l'edificio della Tavola Rotonda (Tafelrond), costruito originariamente nel 1479 da Mathieu de Layens, responsabile anche della costruzione del bel Municipio di Lovanio. (Nota. Per motivi di sicurezza, lo storico edificio fu demolito e ricostruito. Il Tafelrond che possiamo vedere attualmente fu costruito nel 1814 da Van Der Straeten, eretto nello stesso posto dell'edificio originale). Questo luogo era punto di riunione dei sindacati. Dopo la sua ricostruzione dopo la Prima Guerra Mondiale, fu scelto per stabilirvi la sede centrale della Banca Nazionale, che lo occupava fino a poco tempo fa. Se ti avanza del tempo, non perderti nemmeno la Cappella di Sant'Antonio, dove attualmente riposano i resti del molto stimato Padre Damiano, dopo che furono tasferiti nel 1936. Padre Damiano fu un missionario nelle Hawaii, dove si dedicò alla cura dei malati di lebbra, malattia a causa della quale morì nel 1889. Nel 2005, fu dichiarato il belga più grande di tutti i tempi e Papa Benedetto XVII lo canonizzò nel 2009. Visita anche la chiesa di San Michele, tempio gesuita costruito tra il 1650 e il 1671 da padre Willem Van Hees. Viene considerta un'opera maestra del barocco delle Fiandre. È ora di andare alla scoperta di uno dei piatti forti di questa "Strada di Carlo Magno", la città belga di Liegi, situata a poco più di 80 chilometri a est di Lovanio. Perché due delle grandi incognite che circondano la figura dell'immortale imperatore carolingio sono la sua data di nascita e il luogo concreto dove nacque. Nel primo caso si considerano gli anni 743, 747 e 748, mentre nel secondo l'opzione più probabile è la popolazione di Herstal, la città natale di suo padre e oggigiorno praticamente un sobborgo di Liegi. Altre alternative includono le città tedesche di Ingelheim, Düren, Gauting e Aquisgrana. Liege trasuda storia. Per otto secoli fu un feudo dell'Impero Romano e oggi si mostra cosmopolita, con vestigia architettoniche di un passato sfarzoso. La sua posizione geografica la rende diversa, perché si estende oltre le sponde del fiume Mosa, al confine con tre paesi: Germania, Paesi Bassi e Lussemburgo. Passeggia nel suo centro storico e nei suoi vicoli ciechi. È interessante passeggiare per la Rue Hors-Chateau, la prima strada che fu costruita fuori dalle mura. Da non perdere il Palazzo dei Principi-Vescovi, ora trasformato nel Palazzo di giustizia, costruito nel XVI secolo, in stile barocco e con un ampio cortile adornato con colonne decorate. L'ingresso al sito è gratuito. Seguendo con gli edifici illustri, contemplate la cattedrale di Saint-Paul, con le navate di stile gotico, e il suo chiostro. L'ingresso è gratuito anche in questa cattedrale, che prese il posto della cattedrale di Saint-Lambert, distrutta durante la Rivoluzione Francese. Al loro posto ora ci sono alcune colonne ornamentali, nella piazza che riceve lo stesso nome e che funge come il centro nevralgico della città. Seguendo con gli edifici ecclesiastici, non dovrai perderti la più antica della città, la chiesa di Saint-Barthélemy, risalente al XII secolo. È particolarmente nota per le sue fonti battesimali scolpite in bronzo. In contrasto con la vecchia architettura, è interessante visitare la nuova stazione ferroviaria, progettata dall'architetto valenciano Santiago Calatrava, di prestigio mondiale e Premio Principe delle Asturie per le arti, fra l'altro. Le Carré è una zona di bar e ristoranti particolarmente vivace di notte, quindi approfittane per cenare qui prima di tornare a Bruxelles. I boulets de Liège sono famosi, polpette con patate fritte che ti piaceranno moltissimo. Rientro e pernottamento a Bruxelles.

Giorno 6: Bruxelles - Aquisgrana - Colonia

Oggi guiderai per due ora fino ad Aquisgrana (Aachen), che si trova a circa meno di 150 chilometri a est di Bruxelles. Ti consigliamo di passare per la E40 ed evitare di dovere attraversare la frontiera dei Paesi Bassi e della Germania e attraversare solo quella del paese tedesco. È senza dubbio la destinazione più importante di questo magnifico Itinerario sulle orme di Carolus Magnus. Questa è il località termale che l'imperatore Carlo Magno scelse come sua residenza principale e che testimoniò innumerevoli firme di trattati di pace. Attualmente, Aquisgrana (Aachen)si presenta come una città che unisce storia, modernità e un'ambiente giovane dovuto alla sua atmosfera universitaria e alla vivacità che offrono i suoi bar, ristoranti e i famosi carnevali. Una delle sue caratteristiche è la sua magnifica cattedrale gotica, dove vennero incoronati ben 38 re e regine. Al suo interno, troverete il grande gioiello: la Cappella Palatina, in cui è sepolto Carlo Magno, che si trova sotto il famoso sarcofago di Proserpina, opera romana del II secolo d.C. Le sue grandi e incantevoli vetrate le hanno conferito il soprannome di "Cattedrale di Vetro". Questo è uno dei monumenti più famosi al mondo, forse per questo la Cattedrale e il tesoro furono il primo monumento tedesco dichiarato Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO. Vicino alla magnifica cattedrale vi è un angolo pieno di magia che sicuramente piacerà ai più piccoli. Si tratta dei burattini, una fontana in metallo con figure di marionette le cui braccia si possono spostare e posizionare a proprio piacimento. Perfetto per coloro che amano scattare foto divertenti in buona compagnia. Tuttavia, questa non è l'unica scenografica fontana della città. Dietro l'edificio Elisenbrunnen si trova la fontana del denaro, piena di figure di persone che fingono di maneggiare denaro. È consuetudine lanciarvi una moneta per vedere se così il denaro si attrae più facilmente. Buona fortuna! Un altro dei suoi edifici più belli è il palazzo del municipio, del XIV secolo. Vale la pena andare a vedere la Sala dell'Incoronazione, i cui affreschi ritraggono la vita di Carlo Magno e dove è conservata una copia dei vessilli del regno. Il palazzo del municipio troneggia nella piazza del mercato, uno dei luoghi più vivaci della città, piena di bar e graziosi piccoli negozi in cui acquistare un bel souvenir del posto. Dietro al Concistoro il Centro Carlo Magno, il luogo ideale per approfondire la storia di Aquisgrana (Aachen)e per iscriversi al "Percorso dell'imperatore" organizzato nella città (Attività non inclusa). Questo percorso ti permetterà di conoscere i luoghi chiave della città che sono collegati a Carlo Magno. Non perdertelo! Una volta terminata la visita alla città, è il momento di rimettersi in viaggio. La tua prossima destinazione è la città tedesca di Colonia, che si trova a circa 85 chilometri ad est di Aquisgrana sull'autostrada A4. In appena un'ora raggiungeremo Colonia, una vivace e cosmopolita città divisa dalle acque del fiume Reno. La cosa megliore è esplorare il centro storico a piedi e, tra una visita e l'altra, mangiare qualcosa in uno dei loro chioschi di salsicce, accompagnandole con una Kölsch, la birra per eccellenza della città. Se c'è qualcosa per cui Colonia è famosa in tutto il mondo, è per la sua cattedrale. È la più grande del paese. Basta guardare le sue dimensioni. Le sue torri raggiungono i 157 metri di altezza e al suo interno è lungo circa 144 metri. Ma non è solo splendida per le sue dimensioni, ma anche per il suo stile. È considerata il gioiello del gotico tedesco per la sua bellezza. Fu costruita per ospitare le reliquie dei Re Magi, rendendo Colonia uno dei più importanti luoghi di pellegrinaggio del Medioevo. Nei dintorni di Cattedrale e della stazione di Hauptbahnhof, vi sono ampi parcheggi in cui lasciare l'auto, in modo da non aver problemi di accesso a questa zona. È probabile che qui vicino sentirai i rintocchi delle campane del vecchio Municipio, mentre passeggi per le sue strade piene di musei. Tra questi spicca il Museo Ebraico,in cui sono conservati i reperti del palazzo dei governatori romani e i tesori medievali della comunità ebraica; il Centro di documentazione sul Nazionalsocialimo, in cui viene raccontata la storia della città durante il Terzo Reich; o il cubo postmoderno che ospita le opere dei secoli XIII-XIX del Wallraf-Richartz-Museum. In un museo così impegnativo, sicuramente ti verrà voglia di qualcosa di dolce. La cosa migliore è andare al Museo del Cioccolato, un luogo in cui ,oltre a poter acquistare il migliore dolce della città, potrai scoprire la sua storia dalle origini ad oggi. Colonia è un luogo speciale anche per i più romantici, poiché vi è un luogo speciale in cui immortalare il loro amore. Parliamo del "ponte dell'amore", il ponte Hohenzollern, situato sul Reno, proprio di fronte alla Cattedrale, e da dove è possibile non solo godere delle sue belle vedute, ma potrai anche appendere un lucchetto come simbolo dell'amore che ti lega al tuo compagno/a. Nel pomeriggio, potrai recarti alle fortificazioni romane e fare shopping per la Hohe Strasse e la Schildergasse. Qui troverai la maggior parte delle catene di abbigliamento e calzature della città. Per la cena, puoi andare in qualsiasi dei ristoranti nei pressi della cattedrale oppure andare verso la Barbarossaplazt e la Rudolfplatz. In entrambi le piazza vi sono molti ristoranti che offrono tutti i tipi di cibo, tra cui il tipico garretto di maiale tedesco. Pernottamento a Colonia.

Giorno 7: Colonia - Francoforte

Dedica la mattinata a visitare tutto quello che non hai fatto in tempo ieri a vedere a Colonia, o dirigiti verso sud sulla A3 fino a raggiungere Francoforte, a più di due ore di viaggio al volante. Peranto organizza bene la tua giornata se vuoi sfruttarla massimo. Diciamo addio a questo viaggio nella capitale finanziaria della Germania. Grazie al suo profilo moderno e al fiume Meno, Francoforte è anche comunemente conosciuta come "la Mainhattan tedesca". A seconda dell'orario di arrivo a Francoforte, ti suggeriamo di iniziare a passeggiare per il centro storico. Perditi tutte le volte che vuoi, perché tutte le strade ti porteranno a Römemberg, la piazza che è il cuore pulsante della città. Qui si trova il palazzo del municipio che, a sua volta, è la casa del Romer, il sindaco. A pochi minuti da qui, la Cattedrale di S. Bartolomeo si erge assieme ad altri edifici secolari. In primo luogo, ti sorprenderà per il suo colore, poiché fu costruita con pietra arenaria rossa, e per la sua gigantesca torre di 96 metri che offre al coraggioso che salirà le sue scale, un panorama incredibile di gran parte della città. Infatti, da qui si può vedere lo skyline di Francoforte come da nessun altro luogo. Capirai perché la chiamano la città dei grattacieli. Quando avrai finito di contemplare l'orizzonte, sarà già ora di scendere e dedicare un po' di tempo alla cultura. È uno dei punti di forza di questa città, poiché vi sono numerosi musei e molti di essi sono tra i più all'avanguardia d'Europa. Consigliatissimo è il Museo Ebraico di Francoforte, ma il più straordinario è lo Städel Museum, dove potrai osservare le opere dei pittori più famosi a livello internazionale. Non mancano Picasso, Renoir o Rembrandt. Se viaggi con bambini sei fortunato, perché non hai più bisogno di scuse per proseguire con i musei e visitare il Kinder Museum, uno spazio progettato per l'intrattenimento dei più piccoli. Se non è abbastanza, non lontano vi è lo zoo o la possibilità di andare in macchina fino a Hanau. Se sei un fan dei fratelli Grimm non c'è bisogno di dirti che è la loro città natale. Hanau si trova a mezz'ora da Francoforte e offre un'esperienza eccezionale per divertirsi in famiglia: il Percorso delle fiabe. Vedrai banderuole che indicano i luoghi a cui i fratelli Grimm si ispirarono per scrivere fiabe come Cappuccetto Rosso e il Pifferaio Magico. Ovviamente, non puoi visitare la città senza mangiare una salsiccia di Francoforte. Anche se suona molto tipico, è quasi obbligatorio. Se non è il tuo piatto preferito, puoi sempre optare per delle ottime braciole di maiale. Anche per il bere puoi scegliere tra due classici: o una buona birra tedesca o un Apfelwein, una bevanda a base di mela a basso contenuto alcolico. Pernottamento a Francoforte.

Giorno 8: Francoforte - Città di partenza

Fa' le ultime compere nella vivace zona pedonale di "Zeil", conosciuta anche come la "Quinta Strada della Germania" e di' addio a questo affascinante paese a piedi passeggiando per il Palmengarten o brindando con un "Apfelwein" o "Ebbelwoi" nelle taverne del quartiere Sachsenhausen. Presentazione all'aeroporto con anticipo sufficiente per restituire l'auto a noleggio e prendere il volo di ritorno nella città di partenza. Arrivo. Fine del viaggio e dei nostri servizi.

Note Importanti

  • - Le stanze triple in Europa sono generalmente stanze con due letti singoli o uno matrimoniale, in cui viene collocato un ulteriore letto pieghevole per la terza persona, con conseguenti possibili disagi. Se ne sconsiglia pertanto l'uso, quando questo si possa evitare.
  • - Le escursioni e le visite consigliate per ciascun giorno sono indicative: il viaggiatore può progettare il viaggio secondo le proprie esigenze, in base ai suoi gusti e alle sue necessità.
  • - La carta di credito è considerata una garanzia, pertanto a volte il suo utilizzo è imprescindibile per poter alloggiare in un hotel.
  • - Normalmente gli hotel dispongono di culla per i bambini. In caso contrario, i bambini dovranno condividere il letto con un adulto.
  • - Per il ritro dell'auto a noleggio, verrà richiesta una carta di credito (non di debito) intestata al titolare della prenotazione, il quale dovrà, inoltre, essere il conducente del veicolo.
  • - Al momento del ritiro del veicolo, devi comunicare se attraverserai il confine. A volte è necessaria un'autorizzazione per circolare in determinati Paesi o regioni. In base alle condizioni incluse nel contratto di noleggio e alla società con cui è stipulato, è possibile richiedere un supplemento da pagare all'ufficio di destinazione.
 
 
 Check-In
 Check-Out
persone
Cerca